Cosa sono i sistemi frangisole?

Si definiscono sistemi di protezione solare strutture come portici, logge, persiane, tende che svolgono da sempre un’importante funzione di controllo delle condizioni climatiche negli edifici. Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

La corretta progettazione di un sistema di schermatura dovrebbe partire dal presupposto che gli elementi vetrati sono sì gli elementi termicamente più disperdenti ma sono anche le uniche fonti di luce e ventilazione naturale. L’evoluzione tecnologica ha prodotto soluzioni tecnologicamente avanzate e dal design accattivante, che però non realizzano adeguate condizioni di comfort.
I guadagni solari sono legati all’ingresso della luce nell’edificio e non sempre, per esempio, l’uso di un vetro selettivo o iper isolante è la migliore soluzione per bilanciare le diverse esigenze durante il corso dell’anno. La corretta progettazione dovrebbe insomma agire su più fronti: ridurre gli apporti solari estivi senza limitare i guadagni invernali, garantire una buona illuminazione senza causare abbagliamento, permettere la ventilazione degli ambienti, consentire la visione dell’esterno senza limitare la privacy.
 shutters-1680798_960_720
In linea generale, va detto che una protezione solare, per esser efficace dal punto di vista del controllo termico, dovrebbe essere posta all’esterno del vetro (come indicato anche dalla normativa, Dlgs. n.311/2006), in modo da evitare il surriscaldamento dovuto all’effetto serra.
Lo studio dei percorsi solari permette di definire schermature adeguate in funzione dell’orientamento della superficie da proteggere: aggetti orizzontali a sud, schermi verticali a est e ovest. Per superfici rivolte a nord, invece, le schermature diventano addirittura delle ostruzioni all’ingresso di luce naturale, senza alcun reale beneficio. L’elemento di schermatura più comune alle nostre latitudini è quello che viene definita persiana ed è un sistema tradizionale che però continua ad essere molto efficiente in caso di climi soleggiati. Infatti per bilanciare luce ed ombra va sfruttata sia la geometria che il materiale dell’elemento che decidiamo di inserire. Nel caso della persiana, le lamelle oblique assorbono una parte dei raggi solari e ne riflettono un’altra sul soffitto, lasciando ampia libertà di regolazione all’utente.
Va precisato che i tre i decreti sull’efficienza energetica che di recente hanno cambiato le “regole del gioco”, hanno introdotto nuove verifiche di conformità e hanno modificato vari parametri, applicabili sia ai serramenti che alle chiusure oscuranti, ora soggette a parametri ben definiti. Nel caso della sostituzione dei serramenti (incluse le chiusure oscuranti) infatti le verifiche sono ora due: la trasmittanza termica dell’involucro ed il fattore di trasmissione solare delle chiusure trasparenti. Attenzione: non è un documento che può essere fornito dal produttore o dal serramentista, che non è un tecnico. Andrà interpellato un termotecnico che elaborerà una relazione di progetto/verifica ed accerterà la conformità oppure suggerirà le soluzioni più adatte per farlo ed ottenere così il certificato di conformità e, soprattutto, i benefici fiscali correlati.
Tutto chiaro? Se vuoi approfondire l’argomento, o vuoi un consiglio, c’è il mio servizio di consulenza.
Iscriviti invece nel form a destra per non perdere nemmeno un articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.