7 modi per rinnovare un appartamento

Lo scopo di ogni investimento immobiliare è aumentarne il valore; ovviamente vuoi che il tuo appartamento valga più di quando lo hai comprato. Ecco i miei sette consigli per aumentare il valore delle proprietà immobiliari: ce ne sono di low-cost ma anche di più impegnativi. Per tutti i gusti ma soprattutto per tutte le tasche.

Consigli Low-Cost

Ci sono semplici accorgimenti che ogni proprietario può mettere in pratica, anche senza aiuti esterni, per migliorare l’aspetto del proprio appartamento:

  1. Rinfrescare periodicamente le pareti con una mano di vernice può davvero fare la differenza. Se dovete affittare, preferite colori neutri, altrimenti affidatevi al vostro gusto personale.
  2. Nuovi tappeti, cuscini sul divano, alcune piante piazzate in punti strategici, luci decorative sul balcone contribuiscono a rendere un appartamento più invitante. Prendi spunto dalla mia bacheca Pinterest: 

  3. Se devi vendere o affittare, tieni presente che molti visitatori hanno poca immaginazione. Liberare lo spazio dalle cianfrusaglie e dare una funzione chiara ad ogni ambiente può essere veramente risolutivo.

Consigli a medio e alto budget

Ci sono poi interventi di costo medio-alto che possono aggiungere valore alla proprietà; il costo è variabile anche e soprattutto in funzione dei materiali e delle apparecchiature scelte.

  1. Un arredo di design può dare carattere a una stanza intera: non serve rivoluzionare il mobilio, sarà sufficiente una poltrona estrosa.
  2. Cambiare porte e finestre costituisce una importante miglioria perché non soltanto migliora l’estetica ma aiuta anche dal punto di vista dell’isolamento termico ed acustico. Ne avevo parlato in modo più approfondito qui.
  3. Rinnovare i pavimenti è sicuramente impegnativo ma è fondamentale per svecchiare un ambiente che altrimenti può apparire datato anche se viene arredato in stile contemporaneo. Oggi le soluzioni sono molteplici e vanno dal grés al parquet, come questo prefinito di Italparchetti.                                                                                                                                               
  4. Bagno e cucina sono gli ambienti che spesso trascuriamo maggiormente, forse perché sono i più impegnativi da rinnovare. I livelli di intervento però sono molteplici: in cucina ad esempio ci si può limitare a cambiare gli elettrodomestici con alcuni di ultima generazione, oppure si possono mantenere basi e pensili e sostituire solamente il top ormai rovinato dall’usura, fino ad arrivare ad una sostituzione radicale di tutta la struttura. Ugualmente in bagno si possono sostituire solo i sanitari oppure i rivestimenti ma anche rivoluzionare la disposizione per ottimizzarla e inserire magari un lavabo integrato nel mobilio, come queste composizioni di Compab.

Insomma, ci sono veramente soluzioni per tutti i gusti. Tu che dici?

Se vuoi arredare il tuo appartamento ma ti serve un aiuto dai un’occhiata ai miei SERVIZI

Se invece vuoi informazioni sui miei progetti, scrivimi a antonellarigutto@gmail.com

Iscriviti nel form qui a lato per non perdere neanche un aggiornamento del blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...