Assicurazione casa: come e perché

In Italia non c’è una cultura dell’assicurazione sulla casa e questa non è obbligatoria per legge, ma in alcuni casi potrebbe rivelarsi indispensabile; e se pensate che quella dei danni all’immobile sia una preoccupazione esclusivamente dei proprietari, vi sbagliate. Furti e incendi sono i danni più eclatanti ma ci sono poi tanti piccoli incidenti che possono comunque danneggiarci: rottura dei tubi dell’acqua, il cane che morde un invitato, un vaso che cade nel terrazzo al piano di sotto… Ecco allora i 3 motivi per cui vi consiglio di stipulare un’assicurazione sulla casa. 

1 – Non mette al sicuro solo l’immobile ma anche la nostra serenità. In Italia l’unica forma di assicurazione obbligatoria è quella che viene richiesta in concomitanza alla stipula del mutuo, e le ragioni per cui viene richiesta sono piuttosto palesi. Un altro tipo di assicurazione molto diffusa è quella legata al condominio: la spesa viene ripartita in millesimi e non ci si può esimere dal versare la propria quota. E’ comunque una polizza utile perché risarcisce tutti i soggetti coinvolti in caso di incidente, come una perdita di acqua o di gas. Se non ci fosse l’assicurazione, starebbe al singolo proprietario risarcire tutti i danni provocati attingendo alle proprie risorse finanziarie!

2 – Si può facilmente personalizzare per adattarla alle nostre esigenze. Si può comunque scegliere di assicurare volontariamente il proprio immobile e in questo caso le garanzie e le coperture vengono scelte di volta in volta e possono coprire anche casi di furto, eventi naturali, guasti e interventi d’urgenza fino alla responsabilità civile verso terzi e la tutela legale. Tutto dipende da cosa volete assicurare: fatevi spiegare bene cosa la vostra polizza coprirà o non coprirà.

3 – Non è qualcosa che interessa solo i proprietari di immobili. Anche chi abita in affitto o gode di un usufrutto vivrebbe più serenamente assicurando la casa contro gli incidenti. Anche se non vivete in un immobile di vostra proprietà potrebbe essere una buona cosa sottoscrivere una polizza sulla casa: i muri non vi appartengono ma al loro interno vi sono oggetti e beni di valore, che potrebbero subire danni, senza contare che se causate un danno all’immobile il proprietario vi richiederà di risarcire i danni. Per questo una soluzione ottimale è rappresentata dalla cosiddetta polizza del capo famiglia, che di fatto copre i danni che l’assicurato ed i suoi conviventi possono provocare a terzi: si va dal vaso che cade dal balcone all’allagamento accidentale.

 

Se vuoi approfondire l’argomento, o vuoi un consiglio, c’è il mio servizio di consulenza.

Iscriviti nel form a destra per non perdere nemmeno un articolo.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.