Progettare la cucina: trucchi e consigli

Quando si ristruttura, la definizione architettonica degli spazi e la scelta dell’arredamento devono avvenire contemporaneamente. Quanto più viene deciso in fase di progettazione, tanto più si evitano errori o intoppi durante i lavori di rinnovo della casa, talvolta addirittura riducendo i tempi del cantiere.

Inizia oggi una rubrica che spiegherà come procedere, stanza per stanza.

Oggi vediamo l’ambiente che è forse il più impegnativo: la cucina. Non è mai troppo presto per scegliere i mobili ed ottenere un progetto dettagliato e completo di preventivo: nel momento in cui si studia la composizione, è necessario evidenziare quali e quanti elettrodomestici sono previsti per poter disporre i collegamenti elettrici. Inoltre, bisogna stabilire come trattare la porzione di parete tra basi e pensili, che può essere rivestita con un pannello integrato nella composizione o in alternativa può essere utilizzato un rivestimento in piastrelle, resina, pittura epossidica.

A seconda del tipo di composizione scelta per i mobili della cucina variano i collegamenti agli impianti; oppure per quanto riguarda il progetto illuminotecnico, la presenza di eventuali applique o faretti da incasso è da prevedere prima di modo che durante i lavori siano realizzate le necessarie tracce a parete o che venga inserito il controsoffitto.

Quando ci si presenta dal rivenditore, se non si dispone di un progetto di arredo, bisogna predisporre almeno un disegno schematico della stanza da arredare completo di misure delle pareti. Vanno indicate anche porte e finestre con verso di apertura e posizione dei radiatori. Importante è anche segnalare i punti esistenti di collegamento agli impianti, per verificare gli spostamenti da mettere in conto.
Queste indicazioni sono sufficienti per realizzare un progetto di arredo di massima, utile per avviare i lavori ed avere un preventivo della spesa da affrontare. Il progetto andrà poi revisionato una volta che impianti, pavimenti e murature saranno ultimati, per verificare tutti gli ingombri e procedere all’ordine vero e proprio.

Nei miei progetti di solito mi affido ad Ar-Tre, un’azienda che offre una gamma piuttosto ampia di modelli; finora ogni cliente ha trovato ciò che faceva al suo caso ed ho potuto, perciò, seguire il progetto della cucina dalla fase preliminare fino a quella realizzativa.

Per avere un progetto di massima, e poi ordinare la cucina in autonomia ed assoluta tranquillità, la soluzione migliore è il mio servizio di progettazione on line.

Iscriviti nel box a destra per non perdere nemmeno un articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.