Lavori di manutenzione: i più comuni

Non sempre sono necessari grandi lavori di ristrutturazione per migliorare il comfort e la prestazione energetica di un edificio.

Ecco 5 soluzioni a richieste che vengono fatte spesso dai miei clienti.

1 – Rumori provenienti dall’esterno e/o dagli appartamenti confinanti: se per i rumori esterni la soluzione migliore è cambiare i serramenti (ne ho parlato a lungo qui), per isolare dall’alloggio confinante si possono costruire contropareti o controsoffitti in cartongesso, magari con un materassino fonoassorbente interposto. Ne esistono anche di decorativi, da lasciare a vista: queste ad esempio sono le proposte di Casafacile. Per isolare i pavimenti invece si possono usare i fogli di sughero. Se invece il serramento è ancora in buono stato si possono sostituire solo le guarnizioni usurate o secche.

piccoli interventi antonella rigutto 01

2 – Infiltrazioni dai balconi: l’unica soluzione in questi casi consiste nel procedere ad una nuova impermeabilizzazione; se il pavimento è rovinato, si può pensare di sostituirlo con uno flottante, come questo di Italparchetti (ma ne esistono anche in ceramica) per agevolare le future manutenzioni del manto impermeabile.

3 – Riscaldamento poco efficiente:  pur ribadendo sempre l’utilità della diagnosi energetica ci sono molti piccoli interventi che si possono mettere in atto, dai pannelli termoriflettenti da montare dietro ai termosifoni alle valvole termostatiche per regolare la temperatura stanza per stanza. Se la caldaia ha più di 15 anni conviene cambiarla sfruttando l’ecobonus  che è valido ancora per qualche anno.

piccoli interventi antonella rigutto 03

4 – Piccole lesioni, muffe, crepe e fessurazioni: come prima cosa verificare se le fessurazioni aumentano nel breve periodo. In questo caso si tratta di problemi strutturali, altrimenti può trattarsi più semplicemente di dilatazioni dell’intonaco o dall’usura del tempo. Distacchi e muffe sono generalmente dovute alla presenza di umidità che penetra nella muratura a causa di infiltrazioni. Bisogna arieggiare bene i locali ed eventualmente installare un sistema deumidificatore; è preferibile utilizzare pitture traspiranti, prodotti antimuffa e specifici intonaci deumidificanti.

5 – Superfici esterne imbrattate: dopo aver ripulito una facciata da scritte o graffi, è utile un trattamento antigraffiti che fav1orisce la rimozione se il problema si ripresenta. Una facciata trattata infatti si riesce a pulire semplicemente con un’idropulitrice.

 

Se il tuo problema non era incluso nell’elenco, mi puoi scrivere qui oppure puoi usufruire del mio servizio di consulenza S.O.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.