Valvole termostatiche: consigli per l’uso

Si avvicina la stagione fredda: ecco alcuni consigli per usare al meglio le valvole termostatiche e farci risparmiare senza rinunciare al comfort nella nostra abitazione.

A cosa servono le valvole termostatiche?

Si tratta di un dispositivo che ha il compito di ottimizzare l’utilizzo del termosifone, riducendo i consumi e gli sprechi. In pratica, l’erogazione dell’acqua calda nei tuoi termosifoni dipenderà sia dalla temperatura che avrai impostato sulla valvola, che dalla temperatura reale registrata nella tua stanza.

Come funzionano?

La valvola termostatica ha due componenti: una valvola vera e propria e una testa termostatica numerata da uno a cinque, più la posizione antigelo contrassegnata da un fiocco di neve. Maggiore è il numero, maggiore sarà l’apertura della valvola, ed ogni numero corrisponde approssimativamente ad una temperatura. Il numero 3 corrisponde più o meno ai 20° C, ma attenzione valgono anche le posizioni intermedie tra un numero e l’altro.

Non è sempre detto però che se imposto la valvola sul 3 avrò 20°C nella stanza: ci possono essere piccole variazioni determinate dal materiale dei termosifoni, dalla posizione e dai dispositivi usati. Bisognerà sempre procedere per tentativi, usando termometri ambiente per verificare di aver raggiunto la temperatura desiderata.

Ma qual è il meccanismo che regola la temperatura dei termosifoni?

All’interno della valvola c’è un liquido termosensibile che, espandendosi o ritirandosi, apre e chiude la valvola secondo necessità al fine di mantenere la temperatura impostata costante.

In un precedente articolo ho illustrato nel dettaglio il funzionamento delle valvole e le varie tipologie in commercio.

Infine, ecco i miei consigli per usare le valvole termostatiche la meglio e ridurre i costi.

  1. Non montare copritermosifoni o pesanti tendaggi sopra i caloriferi, perché impedirebbero al calore di circolare nell’ambiente, oltre a falsare la temperatura rilevata alla valvola.
  2. In caso di assenze prolungate, non chiudere completamente le valvole (posizione antigelo) ma posizionarle sul numero 1 per non raffreddare eccessivamente l’alloggio.
  3. Impostare la temperatura delle varie stanze in base all’uso che ne viene fatto.
  4. Utilizzare termometri ambiente per verificare il raggiungimento della temperatura desiderata.
  5. In estate lasciare la valvola tutta aperta (posizione 5) per allungare la vita del meccanismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...