Il nuovo A.P.E.

Avevo già parlato qui della normativa sulla certificazione energetica in Friuli-Venezia Giulia.
Essendo una Regione a statuto speciale infatti è stato elaborato autonomamente il Protocollo di Valutazione Energetica Ambientale (V.E.A.).

Il 1° luglio 2015 sono stati però pubblicati dal Ministero dello Sviluppo Economico tre importanti provvedimenti che completano il quadro normativo nazionale in materia di efficienza energetica degli edifici poi pubblicati nella Gazzetta Ufficiale il 16 luglio come DM 26 giugno 2015. Le Linee Guida Nazionali contengono il nuovo modello di APE e di annuncio commerciale validi per tutte le regioni.

Da qualche anno, per vendere o affittare un’immobile, è necessario allegare agli atti l’Attestato di Prestazione Energetica, un elaborato che ci dice quanta energia l’edificio consuma in condizioni standard. Tra tutte le tipologie di edifici, la maggioranza di APE emessi riguardano sicuramente gli immobili residenziali: si pensi che nella sola Regione Lombardia, per un totale di quasi 2 milioni di APE depositati, oltre 1.5 milioni riguardano edifici residenziali con occupazione continua.

Fonte: LOGICAL SOFT

Il DM 26/06/2015 (nuove Linee Guida) si è occupato di uniformare le informazioni contenute nell’attestato (che erano state modificate/integrate dalle varie normative regionali) e di proporre uno standard anche per gli annunci immobiliari che devono riassumere gli indici di prestazione dell’APE.

Quali servizi impiantistici è necessario considerare per un appartamento?
Il calcolo della prestazione energetica prevede ora sei servizi analizzabili:

  1. climatizzazione invernale
  2. climatizzazione estiva
  3. produzione di acqua calda sanitaria
  4. ventilazione meccanica
  5. illuminazione
  6. trasporto

I servizi di illuminazione e trasporto non sono mai considerati nel calcolo dell’energia primaria di edifici residenziali, mentre i restanti quattro servizi possono essere presenti o meno nell’unità immobiliare che si sta analizzando.
Per un edificio residenziale, all’interno dell’APE, i servizi di climatizzazione invernale (cioè il riscaldamento) e di produzione di acqua calda sanitaria saranno sempre indicati, perché eventualmente simulati se non presenti in quanto ritenuti fondamentali in una residenza.

Ma quali sono oggi i casi edifici esclusi dall’obbligo di APE?

L’art. 6 del D.Lgs 192/2005 definisce l’obbligo di redazione dell’APE per tutti i casi di nuova costruzione, compravendita e locazione, pena la nullità dell’atto.

Se guardiamo soltanto gli edifici residenziali possiamo indicare i seguenti casi di esclusione:

  • i fabbricati isolati con una superficie utile totale inferiore a 50 metri quadrati
  • box, cantine, autorimesse, […] che anche se annessi alla residenza non risultano compresi nelle categorie del DPR 412/93 che definisce le destinazioni d’uso degli immobili
  • i ruderi, purché tale stato venga espressamente dichiarato nell’atto notarile
  • i fabbricati in costruzione per i quali non si disponga dell’abitabilità o dell’agibilità al momento della compravendita, purché tale stato venga espressamente dichiarato nell’atto notarile. In particolare si fa riferimento agli immobili venduti nello stato di “scheletro strutturale“, cioè privi di tutte le pareti verticali esterne o di elementi dell’involucro edilizio ed agli immobili venduti “al rustico“, cioè privi delle rifiniture e degli impianti tecnologici

L’elenco completo è riportato nell’Appendice A del DM 26/06/2015 .

Le linee guida, inoltre, indicano una serie di vincoli per il tecnico certificatore, come l’obbligo di effettuare il sopralluogo e la necessità di indicare almeno un intervento di miglioramento delle prestazioni dell’immobile, con una stima del tempo di ritorno economico della spesa effettuata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...